Nel nome del padre. Anzi, nel numero. Il 9

Nel nome del padre. Anzi, nel numero. Il 9, quello che Patrick Kluivert indossava con orgoglio nei suoi anni blaugrana, quando era il terminale offensivo del Barcellona. L’ex attaccante olandese già ha visto distinguersi con la maglia dell’Ajax maglia nazionale italiana calcio il primogenito Justin e stavolta esulta delle prodezze di un altro dei suoi figli, Shane. Il piccolo di 9 anni fa parte del settore giovanile del Barcellona ed era al debutto con la maglia dei catalani. In amichevole ha segnato con un bel destro angolato, per poi correre subito ad abbracciare il padre, presente a bordo campo a fare foto e video del suo mini-campione.

Kluivert ha poi postato il video della rete sul suo profilo di Instagram, regalando ai suoi followers un momento di pura tenerezza paterna.Shane Kluivert tuttavia è già molto famoso. Infatti, ha firmato un contratto di sponsorizzazione con la Nike nonostante l’età, diventando l’atleta più giovane tra i testimonial del marchio americano. Sui social, inoltre, è una vera star, in particolare su YouTube (dove ha un canale personale) e su Instagram.Il papà Patrick, ex gloria blaugrana, era a bordo campo pronto a ricevere la dolce dedica dopo la rete siglata.che dopo la gara vinta contro l’Acquaviva e che di fatto proponeva outlet maglie calcio giovani locali a vestire per la prima volta la maglia biancoazzurra.

Personalmente gli devo molto, in quanto fu lui, Fedele Renzulli, Torino Di Candia e Vincenzo Salvetti, ad incoraggiarci a me e a mio padre, di organizzare la prima mostra sul calcio sipontino, e a scrivere ben tre libri sulla storia del football locale 70 anni di emozioni, Manfredonia nel Pallone e Il Prato verde.Terzo Marcatore di sempre del Manfredonia con 63 reti e 158 presenze, Gino aveva una elevazione formidabile, tant’è che nonostante l’altezza non eccessiva, riusciva ad avere una grande elevazione e segnare di testa.Purtroppo Gino non ha potuto leggere il libro che lo riguardava, quello a cui ci teneva di più, a causa di una malattia atroce.

tutta Europa è iniziata la stagione calcistica e mentre i giocatori sul campo indossano le nuove maglie i fan fanno la fila fuori dagli store per compare i colori della loro squadra. Fra tutti i team europei ce n’è uno che più degli altri si è ispirato al mondo artistico più o meno esplicitamente.Brancusi a ispirare la maglia sono state maglie calcio a poco prezzo anche i pilastri delle case tradizionali di Oltenia, che a loro volta sono stati modello per il lavoro dell’artista. AL momento la squadra corre per il secondo posto del campionato di calcio romeno.